Uncommon

Uncommon.

Di Luciana Latte.

Uncommon è il proseguimento di un mio progetto sugli "innocenti".

Uncommon in una società occidentale.

Uncommon nel nostro comune, nella nostra quotidianità.

Uncommon e Innocent sono gli unici vocaboli che scorrono il pensiero veloce della mia vita.

Perché' il loro unico difetto è essere nati in un posto dimenticato, nonostante gli innumerevoli aiuti ricevuti dai tanti.

Uncommon è uno status quo dove la sofferenza e l'abbandono sono all'ordine del giorno.

Solo immedesimandoci nel loro vivere, riusciamo a comprendere che la vita, la loro vita non è altro che come la nostra.

"Perché ancora una volta diventiamo spettatori di questo popolo, spettatori inconsapevoli, per quanto se ne parli, di tanta sofferenza. Probabilmente l’innocenza è troppo elevata perché un essere umano la raggiunga pienamente se non in casi eccezionali che riguardano appunto solo pochi individui straordinari.”

 

Scampia

Scampìa è un quartiere napoletano di circa 50.000 abitanti, situato nell'estrema periferia nord della città. Oltre l'80% dei suoi edifici risale al ventennio '70-'90. Alcune costruzioni furono realizzate in momenti di piena emergenza post-terremoto (le cosiddette zone 167). E' uno dei quartieri pìù popolosi della città dove alloggiano anche migliaia di abusivi che hanno occupato i luoghi più disparati. 

Il progetto nasce dall’amore per la fotografia e la curiosità della ricerca, intitolato

Sopra, sotto, dentro e fuori Scampia” 
Il progetto ha lo scopo di avvicinare tutti i quartieri delle altre Municipalità a quello di Scampia. Quartiere particolarmente interessante dal punto di vista urbanistico ed architettonico, ma estremamente complesso per l’aspetto sociale. 

 

Reportage

 

 

Al Palazzo delle Arti di Napoli è stata inaugurata la mostra fotografica

dal titolo "The Innocent" curata da Federica Cerami.

La mostra restituisce il film fotografico della mia esperienza  al seguito della équipe dell’Associazione Sorridi Konou Konou Africa Onlus nel corso del mio viaggio in Bénin (Africa Occidentale).

Dicono di lei:

"Il percorso fotografico in bianco e nero emoziona lo spettatore a partire dal primo scatto. Il visitatore si perde tra le immagini per la pregevole composizione fotografica e la capacità dell’artista di “vedere” la foto ancor prima di averla scattata.

I bambini, e più in generale le immagini ritratte, restituiscono una sensazione di impotenza per una realtà così drammatica e distante dalle nostre vite che spiazza il visitatore e cerca di spronarlo a “fare qualcosa” nel proprio piccolo per contribuire al delicato lavoro delle tante associazioni umanitarie impiegate in Africa.

 

“Questo mio racconto vuole essere anche un ringraziamento a delle persone uniche. A delle persone che si sacrificano soprattutto per i deboli e per gli innocenti. The Innocent non è solo l’essere innocente.

Innocente è anche colui che diventa spettatore di questo popolo, spettatore inconsapevole, per quanto se ne parli, di tanta sofferenza. Probabilmente l’innocenza è troppo elevata perché un essere umano la raggiunga pienamente se non in casi eccezionali che riguardano appunto solo pochi individui straordinari.”

 

 

Le immagini contenute in questo sito sono di proprietà esclusiva di Luciana Latte. 
E' proibita qualsiasi forma di riproduzione, alterazione o copia senza il permesso scritto.
Ogni uso non autorizzato delle immagini sarà perseguito legalmente.
Per informazioni riguardanti l'utilizzo commerciale o personale delle immagini, contattare l'autore.


Qualsiasi persona o ente o agente o agenzia di qualsiasi governo, struttura governativa o privata, utilizzando o il monitoraggio di questo sito o qualsiasi dei suoi siti associati, non ha il mio permesso di utilizzare informazioni sul mio profilo, o qualsiasi parte del suo contenuto compaia nel presente, compreso ma non limitato alle mie foto, o commenti sulle mie foto o qu...alsiasi altra «immagine» pubblicata nel mio profilo o diario.

Sono informato che a tali strutture è strettamente proibito divulgare, copiare, distribuire, diffondere o raccogliere informazioni o intraprendere qualsiasi altra azione riguardante o contro di me tramite questo profilo e il contenuto dello stesso. Divieti precedenti si applicano anche ai dipendenti, stagisti, agenti o qualsiasi personale sotto la direzione o il controllo di dette entità. Il contenuto di questo profilo è privato e le informazioni in esso contenute sono riservate al circolo di persone alle quali esso è destinato. La violazione della mia privacy è punita dalla legge. UCC - 1 - 308 - 1-103.

Interviste

Contact:

lucianalatte@gmail.com

+39 338 80 99737

Consiglia questa pagina su:

Stampa Stampa | Mappa del sito
© Luciana Latte Photography